18 December 2021
|
Attività

Ecco perché lo stretching è fondamentale prima e dopo del tuo allenamento

cos'è lo stretching

Capita spesso che per mancanza di tempo o per impazienza, la prima cosa che si tende a voler sacrificare quando si è in palestra o durante l’allenamento domestico sia lo stretching.
Dedicare la giusta attenzione al pre e post allenamento è invece fondamentale e può davvero fare la differenza per la
tua salute.

Cos’è lo stretching?

“Stretching” è un termine inglese che significa letteralmente “allungarsi”, trova però origine nella filosofia olistica orientale, da sempre promotrice del benessere psicofisico. È una tecnica che comprende esercizi focalizzati sulla preparazione e conclusione del nostro allenamento. Questi esercizi di allungamento sono perciò importantissimi sia prima dell’allenamento che dopo.
Vediamo nello specifico come si differenziano le due tipologie di stretching e perché sono entrambe essenziali.

Pre-allenamento: stretching dinamico. Parola d’ordine: mobilità

Forse lo conoscerai anche come riscaldamento, perché aiuta ad alzare la temperatura del corpo e aumenta il flusso del sangue.
Di questa categoria fanno parte tutti quei movimenti che ci permettono di far lavorare il cuore e aumentare gradualmente il battito cardiaco: saltelli, corsa sul posto, slanci, leggera attività aerobica.
Obiettivi e benefici: previene il rischio di stiramenti, dolori articolari e danni muscolari, riduce il rischio di possibili traumi e incrementa le potenzialità motorie.

Post-allenamento: stretching statico. Parola d’ordine: relax

Lo stretching statico è un tipo di esercizio che si svolge assumendo diverse posizioni di allungamento a seconda dei muscoli che si vanno a rilassare, mantenendole per alcuni secondi.
Obiettivi e benefici:
Ha il compito fondamentale di alleviare la tensione nei muscoli e prevenire i classici dolori che avvertiamo post workout.
Riduce la sensazione di affaticamento, promuove il rilassamento e abbassa gradualmente il battito cardiaco riportandolo a frequenze normali, raffreddando anche il corpo. Promuove inoltre il massimo allungamento deimuscoli e tendini, migliorando la mobilità delle articolazioni.

Fare stretching regolarmente aiuta a mantenersi giovani

Lo stretching non svolge solo la funzione di preparazione e ristoro in funzione dell’allenamento, ma è esso stesso una forma di attività fisica che apporta grandi benefici se praticato con costanza.
Con l’avanzare dell’età è normale avvertire una progressiva riduzione della flessibilità, un aumento della rigidità muscolare, e in generale, dolori alle articolazioni. Se svolto regolarmente fin dalla giovane età, lo stretching può attenuare queste condizioni o addirittura prevenirle. I benefici sul lungo periodo sono davvero molti: aumenta la flessibilità e mobilità, migliora la postura e aiuta a prevenire l’artrosi, contribuisce in modo sostanziale a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica del nostro corpo, aiutandoci ad eliminare le tossine.
Anche lo stretching, come ogni altro tipo di allenamento, offre il massimo dei benefici se praticato con costanza sul lungo periodo e con sessioni dedicate, pre e post allenamento, ma anche nei giorni di riposo, in quanto è una disciplina autonoma.
Il nostro consiglio come professionisti è di non saltare mai la tua sessione di stretching abbinata all’allenamento, e, nel caso tu non lo faccia già, di considerare l’inclusione di sessioni di allungamento statico nella tua routine di tutti i giorni.
Prenota il tuo appuntamento fitness e impara i migliori esercizi di stretching:
Telefono +39 0422 262293
Whatsapp +39 334 9150622
E-mail info@holos.club

Scrivici su whatsapp